Un brutto Alessano cede per 3-0 all’Ortona.

Un brutto Alessano cede per 3-0 all’Ortona.

Serata da incubo per l’Aurispa Alessano, che davanti ad oltre 100 tifosi giunti dal Salento, non contrasta minimamente Ortona. Il rientrante Bencz MVP con 26 punti.

Si ferma ad otto la striscia di vittorie dell’Aurispa Alessano e lo fa nel peggiore dei modi. Squadra abulica, senza grinta e lontana parente di quella vista negli ultimi due mesi con Tofoli che sfoga la sua amarezza nelle dichiarazioni post match. Ortona ha meritano pienamente di vincere la partita, mentre Alessano deve far tesoro di questa bruciante sconfitta e deve riuscire a capire che se l’approccio alla partita non è dei migliori non si va da nessuna parte.

Con il recupero di Bencz, Nunzio Lanci può schierare la sua miglior formazione: la diagonale Lanci-Bencz, Simoni- Menicali al centro, Ogurcak ed Ottaviani in banda con Pesare libero.

Paolo Tofoli risponde con la sua miglior formazione: Alberini e Culafic,Usai e capitan Tomassetti, Lazzaretto-Lipinsky e Bisci libero con Loglisci a dare il solito cambio in seconda linea a Lazzaretto.

La partita inizia con un sostanziale equilibrio con le squadre che arrivano a metà set in perfetta parità. Un attacco di Bencz ed un errore di in attacco di Culafic danno il primo break di vantaggio ai padroni di casa (13-11). Ortona , con Simoni al servizio, riesce a portarsi sul 15-18 e Tofoli blocca subito il gioco con il discrezionale.  Alberini nella distribuzione  è meno preciso di altre volte e la Sieco ne approfitta per far suo il primo set per 19-25.

Alessano subisce il contraccolpo e parte ad handicap nel secondo parziale (1-4). La squadra sembra non reagire ed un imbufalito Tofoli blocca il gioco sul punteggio di 2-7. Bencz è infermabile ed Alessano si scioglie come neve al sole con Ortona che non trova ostacoli (4-12). Tofoli sostituisce Usai con Peluso e lascia Loglisci  in campo in pianta stabile ma la squadra non sembra trarne benefici (11-19). L’Aurispa sbaglia tutto quello che c’è da sbagliare ed Ortona non ha problemi ad aggiudicarsi anche il secondo parziale per  16-25.

Nel terzo set Tofoli rimette in campo Usai e Lazzaretto, ma Alessano sembra aver smarrito le sue certezze (4-7). Tofoli rimette in campo Loglisci e sostituisce uno spento Alberini con Cordano, ma la squadra non risponde alle sollecitazioni del mister e alcostante incitamento dei “Leones” (6-12). Con Cordano al servizio l’Aurispa tenta una timida rimonta costringendo Lanci a bloccare il gioco (11-14), ma al rientro in campo Ortona ristabilisce subito le distanze riportandosi sul +5 (11-16). Alessano non trova la forza per reagire e i padroni di casa chiudono il set per 19-25 e chiudono meritatamente sul 3-0.

 

Lanci : “Questa partita per noi era vitale, per affrontare al meglio sia il recupero con Aversa che la partita di domenica prossima con la massima tranquillità per non essere invischiati nella lotta per gli spareggi. Per noi è ossigeno puro, per Alessano un po’ meno ma, per come stavano giocando prima di questa breve parentesi, al 95% andrà avanti negli spareggi, quindi faccio il mio in bocca al lupo a loro. Incontrarli, soprattutto in casa loro sarà duro per tutti quanti.”

Tofoli sfoga tutta la sua delusione: “Una forte battuta d’arresto, perché se vieni a giocare in Abruzzo e stai in vacanza pensando che sia tutto facile,è dura vincere. Siamo venuti qua con un’aria vacanziera, parlo di tutti quanti, mi ci metto in mezzo anch’io, c’era troppa euforia, troppo entusiasmo, e se non si gioca con il coltello tra i denti si perde con tutti, senza nulla togliere ad Ortona. Noi non c’eravamo proprio,in nessun fondamentale, abbiamo fatto una figura meschina, però ci meritiamo di fare queste figure, ogni tanto ci vuole una “rintronata” . è giusto fare figure, perché così ci rendiamo conto che per vincere bisogna sputare sangue, non possiamo giochicchiare. Prima o poi sarebbe dovuta arrivare una partita così e ce la teniamo. Mi dispiace per i tifosi che sono venuti ma noi siamo fatti così, quando c’è troppa euforia pensiamo di avercela fatta, ma non è così. Siamo ritornati con i piedi per terra.”

 

 

Note: Sieco Service Ortona –  Aurispa Alessano 3-0 (25-19; 25-16; 25-19)

Sieco Service Ortona: Lanci 1, Bencz 26, Simoni 6, Menicali 5, Ogurcak 8, Ottaviani 6, Pesare (L), Sitti , Zanettin n.e, Zanini n.e., Tartaglione n.e. , Provvisiero (L) n.e. All.: Lanci; II°All.:Costa

Ace 5, Battute sbagliate 11 , Muri 7, Ricezione 40% pos. 33% prf ; Attacco 52%

Aurispa  Alessano: Alberini, Culafic 12, Usai 2, Tomassetti  4, Lipinski 8, Lazzaretto 4, Bisci (L),  Cordano 1, Lugli n.e., Loglisci 3, Peluso 1, Morciano (L) n.e. All.:Tofoli; II° All.: Bramato

Ace 2, Battute sbagliate 14, Muri 7 , Ricezione 45% pos.34 % prf ; Attacco 37%

 

Arbitri : Cecconato Luca, Serafin Denis

 

 Raffaella Caccioppola-  Claudio Ciardo

Ufficio Stampa Pallavolo Azzurra Alessano

Photo: Marco Melcarne